Tre stellette, il massimo punteggio, nel “Rating di Legalità”: è il riconoscimento che l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha rinnovato ad Upgrading Services S.p.A.

Una vocazione alla trasparenza e ad un’etica rigorosa che l’azienda ha recentemente confermato, conseguendo un nuovo certificato di qualità: l’UNI ISO 37001:2016, la prima norma sui sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione.

Si tratta di un protocollo organizzativo ancora poco diffuso in Italia (dove invece ce ne sarebbe certamente bisogno), che attesta e certifica gli sforzi delle organizzazione aziendali nel prevenire, rintracciare e contrastare ogni fenomeno corruttivo all’interno della propria attività.

La norma ISO 37001 denominata “Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione – Requisiti e guida all’utilizzo”, è stata pubblicata da UNI il 20 dicembre 2016 e si basa sulla struttura HLS (High-Level Structure), utilizzata anche per gli altri standard sui sistemi di gestione, con lo scopo di favorire l’integrazione tra le varie certificazioni.

Per un’azienda come Upgrading Services, fortemente impegnata in rapporti con grandi imprese pubbliche e private, orientare le proprie relazioni di mercato alla massima trasparenza è un fattore decisivo.

Già il “rating” di AGCM, stato introdotto col D.L. n. 1 del 24/01/2012 e disciplinato dal Regolamento attuativo dell’AGCM n. 27165 del 15/05/2018, qualifica l’azienda sui massimi standard di legalità per quanto riguarda le aziende che operano nel settore degli appalti pubblici.

In nuovo certificato ISO 37001, è un ulteriore “attestato di qualità” e un vero e proprio facilitatore nei rapporti con le pubbliche amministrazioni e con il sistema del credito.